Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta il link Per saperne di piu'

Approvo

Stefano Sub di Mennucci Stefano - Banchina IV novembre 57036 Porto Azzurro
P.I : 01777030493
Tel. +39.380.5042063 - Email: info@stefanosub.it

Porto Azzurro

Porto Azzurro è fra i più caratteristici fra gli 8 comuni dell'Isola d'Elba. Il porticciolo si affaccia a ovest sul golfo di Mola, la seconda zona umida dell'Elba, a sud la Fortezza Spagnola col suo faro, a est il Forte San Giacomo, a nord /nord-ovest il monte di Monserrato che protegge Porto Azzurro dal maestrale e dalla tramontana. Il clima infatti risulta essere più mite anche nei mesi invernali quando soffia il vento pungente di tramontana.

Porto Azzurro è inserito nel Parco dell'Arcipelago Toscano, istituito nel 1996. Il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano è il più grande parco marino del Mediterraneo. Protegge una zona la cui superficie è di 61.500 ettari di mare ed è composto dalle sette isole maggiori (Elba, Montecristo, Pianosa, Giglio, Capraia, Giannutri e Gorgona) e da isolotti minori quali Palmaiola, Cerboli, Formiche di Grosseto, Scoglio d'Africa. La grande diversità biologica dell'Arcipelago Toscano è dovuta alla varietà delle coste e dei fondali: dalle spiagge dell'Elba e solo esplorandola completamente ci si rende conto quanto sia diversa da golfo a golfo.

Porto Azzurro nasce come presidio Spagnolo nel lontano 1600 e viene dominato fino al 1650. Sono visibili le tracce di questa dominazione attraverso le fortificazioni del Forte San Giacomo, imponente struttura a forma di stella e il bastione di Capo Focardo, faro che si trova sulla sponda opposta, nel comune di Capoliveri. Tra il 1646 e il 1660 vi fu una piccola parentesi francese, poi il regno di Napoli. Nel 1815 regnò Napoleone durante il suo esilio isolano ed in seguito il Gran Ducato di Toscana.

Negli anni 50 e 60 Porto Azzurro inizia a muovere i primi passi verso il turismo fino a diventare con l'Isola d'Elba una meta ambita da italiani e stranieri, ed è proprio per questo che il porto si trasforma da commerciale in porto turistico. Porto Azzurro dista 14 km da Portoferraio, facilmente raggiungibile in auto o in bus, e circa 15 km da Rio Marina.

Chi possiede una barca può contattare la società FORTI Yachting Partners che gestisce i pontili.

Powered by Infoelba